Home / Neonati / Al Santobono di Napoli arriva l’incubatrice Baby-Leo

Al Santobono di Napoli arriva l’incubatrice Baby-Leo

Al Teatro Posillipo il 13 Aprile con Biagio Izzo, il Gruppo Rec ha avviato una campagna di raccolta fondi per l’acquisto di un macchinario speciale: l’incubatrice Baby-Leo TN 50.

Si tratta di una incubatrice che appartiene alla categoria delle incubatrici “Ibride”, ossia in grado di trasformarsi da semplice incubatrice a lettino da rianimazione/operatorio riscaldato e servo controllato, con un semplice movimento, facilitando di molto l’approccio chirurgico e le manovre invasive e riducendo lo stress del neonato facendolo restare nel suo ambiente, senza spostamenti, anche durante l’intervento.

L’incubatrice è uno dei presìdi di maggiore importanza nella Terapia Intensiva Neonatale in quanto crea un microclima con temperatura, umidità e concentrazione di ossigeno controllate in cui il neonato prematuro può crescere e svilupparsi quasi come nel grembo materno.

Purtroppo, alcuni neonati sono affetti da malattie, congenite o acquisite, che richiedono interventi chirurgici, anche maggiori. Spesso il peso estremamente basso (1Kg) e la criticità delle condizioni, rendono molto pericoloso lo spostamento del neonato in sala operatoria ed è necessario effettuare l’intervento in reparto, direttamente in incubatrice.

Per tale motivo questo macchinario risulterà essere una grande risorsa per l’Unità Operativa del Santobono. I gruppi Rec e Five hanno deciso di sposare questa iniziativa solidale, convinti che il bene della città non possa prescindere dall’ aiutare e sostenere i bambini meno fortunati, vero futuro della nostra terra.

Guarda Anche

Inaugurato un nuovo spazio “atelier” presso la scuola dell’infanzia Monti

Ieri mattina Andrea Riffeser Monti, presidente della Poligrafici editoriale, ha inaugurato nella scuola dell’infanzia comunale …