Home / Neonati / Amazon apre a Settecamini con l’orto e il biliardino per i dipendenti

Amazon apre a Settecamini con l’orto e il biliardino per i dipendenti

I camion carichi di merce varcano i cancelli da mezzanotte, scaricano sul retro del deposito e ripartono: al nuovo centro di smistamento Amazon, al Tecnopolo Tiburtino, si inizia a lavorare nel cuore della notte.

Prima del recapito a casa, i pacchi dei clienti di Roma, Rieti e Latina arrivano qui, scivolano su metri di rullo, divisi per zona.

Una tappa intermedia e decisiva del ciclo di consegna che, dal 5 giugno, ha un secondo snodo nella Capitale, a Settecamini (è il terzo nell’hinterland di Roma e il quarto nel Lazio). Impossibile non notare Dlz1, così si chiama il neonato deposito, dove «d» sta per delivery e «lz» per Lazio.

Il capannone grigio, sovrastato da una striscia gialla, colore di Amazon, misura novemila metri quadrati, con tanto di orto con carciofi, ulivi, liquirizia e rosmarino. Quando si dice fare le cose in grande.

E ad alta sostenibilità. «Lo abbiamo voluto così perché per noi è importante realizzare strutture in sereno dialogo con l’ambiente», sottolinea Eric Veron, general manager di Vailog, il costruttore partner di Amazon, che assicura che il centro «non poterà traffico».

.

Guarda Anche

Carceri, donne in gravidanza dietro le sbarre, per “Antigone” “la proposta leghista è un obbrobrio giuridico”

ROMA – “La proposta di emendamento al decreto sicurezza bis, presentato dalla Lega, è un …