Home / Scuola / Bussetti, stipendio più alto per docenti in servizio in ospedale

Bussetti, stipendio più alto per docenti in servizio in ospedale

Oggi al Miur è stato presentato il Portale Nazionale della scuola in ospedale. Bussetti ha manifestato l’idea di voler proporre una indennità più alta per i docenti che svolgono questo servizio

“E’ mia intenzione – ha detto il Ministro – pensare con i sindacati a qualche misura in più nel rinnovo del contratto per i docenti che si occupano da vicino dei ragazzi in ospedale“.

“Oggi i docenti che lavorano in ospedale hanno una indennità minima – ha spiegato il ministro – Vorrei creare una classe di docenti attenta a questi problemi specifici. Con il rinnovo contrattuale con le organizzazioni sindacali vorrei garantire loro un sostegno di questo tipo“.

Scuola in ospedale  e istruzione domiciliare contro dispersione scolastica

“La scuola ha una missione educativa forte  – ha affermato ancora Bussetti – Garantire il diritto allo studio e la continuità didattica per i ragazzi che sono impossibilitati a frequentare i normali percorsi d’istruzione è determinante per consentire alle famiglie di continuare ad aver speranza nel futuro. La scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare consentono di contrastare l’abbandono e la dispersione scolastica. Nessuno deve essere lasciato indietro: la libertà si realizza nella parità di opportunità che lo stato è tenuto a garantire e l’istruzione è un diritto fondamentale dell’essere umano senza il quale non si dà libertà“.

Portale nazionale per la scuola in ospedale

La Rete delle scuole in ospedale è composta da 18 scuole Polo e coinvolge 740 docenti e più di 200 sezioni ospedaliere.

Il Portale per la scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare è dedicato alle famiglie degli alunni ricoverati in ospedale o a domicilio per consentire di ottenere tutte le informazioni sul Servizio scolastico e permette alle istituzioni scolastiche e ai docenti di realizzare le migliori strategie anche attraverso il collegamento con le classi a cui appartengono gli alunni e una formazione sempre aggiornata.

Nell’anno scolastico 2017-2018 hanno usufruito del servizio di scuola in ospedale 68.900 studenti, prevalentemente della scuola dell’infanzia e primaria (più del 70%) e quasi 6000 della scuola secondaria di II grado.

Le regioni maggiormente coinvolte sono la Campania, il Lazio, la Liguria e la Sicilia.

Guarda Anche

Troppi zuccheri negli alimenti per bambini: allarme dell’OMS

18 luglio 2019 – Nei prodotti alimentari per bambini sotto i 6 mesi ci sono …