Home / Gravidanza / Calcolo delle settimane di gravidanza: come si fa | Scienzaesalute

Calcolo delle settimane di gravidanza: come si fa | Scienzaesalute

Come si fa a fare il calcolo delle settimane di gravidanza? Ecco tutto quello che dobbiamo sapere.

Calcolo delle settimane di gravidanza, come funziona? Come fare per calcolare in quale settimana di gravidanza ci troviamo? Di solito, per fare prima, ogni donna indica a quale mese della gestazione si trova. Ma non è un calcolo preciso, anzi, è molto approssimativo. Vi sarete accorte che, invece, i ginecologi e le ostetriche utilizzano il calcolo in settimane per stabilire a che punto della gravidanza siete arrivate.

Il calcolo delle settimane di gravidanza non è difficile da fare. Anzi, è davvero molto semplpice. E una volta capito il meccanismo è davvero semplice informare chi ce lo chiede a quale settimana siamo arrivate. Così sarà anche più semplice quando andremo a visita dai dottori.

Quanto dura la gravidanza

Partiamo dalle basi. La gravidanza dura 9 mesi. Non proprio. La gravidanza dura 40 settimane dal giorno di inizio dell’ultima mestruazione. La data del parto che ci viene indicata, ovviamente, è solo presunta. Una gravidanza fisiologica può oscillare tra le 37 e le 42 settimane senza alcun problema. Prima delle 37 settimane, invece, il bambino non è ancora del tutto formato e potrebbero esserci dei problemi. Non si arriva di solito mai oltre le 41 settimane: alla scadenza presunta si comincia a monitorare la situazione e se entro una settimana nulla si muove, si può indurre il parto.

Calcolare in settimane la gravidanza

Per un calcolo esatto dobbiamo sapere quando ci è arrivato l’ultimo ciclo mestruale. Si parte, infatti, dal primo giorno dell’ultima mestruazione, perché è l’unica data certa. A patto di non essere sicuri del giorno in cui abbiamo avuto un rapporto che ha permesso all’ovulo di essere fecondato. Da quel giorno si va avanti di settimana in settimana, fino al momento del parto.

La datazione in settimane è fondamentale, perché è più precisa e capire quello che accade in ogni diversa fase. E così capire se il bambino cresce bene, se ci sono possibili patologie da monitorare nella mamma e nel piccolo e così via.

Regolo ostetrico

Infine, un cenno al regolo ostetrico, uno strumento usato da ostetriche e personale medico per calcolare la data presunta del parto e le settimane di gravidanza. Così è più facile prenotare gli esami da fare in gravidanza nel momento giusto.

Foto Pixabay

Guarda Anche

Bambino Superman, neonato in posa da supereroe dopo il cesareo: lo scatto stupendo

in News scritto da Oriana Cantini 27 Marzo 2019, 09:10 Harry, un bambino di origini …