Home / Gravidanza / Como, insegnante morta in classe al sesto mese di gravidanza: uccisa da un aneurisma

Como, insegnante morta in classe al sesto mese di gravidanza: uccisa da un aneurisma

È stato un aneurisma a provocare la morte di Lausa Forni, l’insegnante di 41 anni colpita da un malore lunedì mattina mentr era in classe. La donna, al sesto mese di gravidanza, sarebbe stata colpita da un aneurisma dell’arteria splenica che le ha provocato un’emorragia fatale. A chiarire la cause della morte è stata l’autopsia effettuato quest’oggi all’ospedale Valduce di Como dove la donna era giunta dopo il malore e dove purtroppo è morta poco dopo. Un improvviso malore, fatale per la donna e per la bambina che aveva in grembo: 41 anni, residente a Tavernerio, in provincia di Como, la professoressa si trovava nell’aula della scuola media Kennedy di Albavilla, durante la sua prima ora di lezione con la classe terza D quando si è sentita male.

L’insegnante era sposata e già madre di un bambino

“Non mi sento bene, vado in bagno”, avrebbe detto la donna ai suoi alunni prima di svenire su uno dei banchi della prima fila. Non ce l’ha fatta a uscire dall’aula ed è lì che è stata soccorsa dai sanitari del 118 giunti immediatamente sul posto: trasportata in ospedale è morta poco dopo il suo arrivo. Sotto choc gli studenti che hanno assistito inermi al malore dell’insegnante che in quel momento stava sostituendo una collega assente. Sarebbero state proprio le urla dei ragazzi a far accorrere i collaboratori scolastici che hanno poi allertato i soccorsi. Laura era sposata ed era già madre di un bambino di soli sei anni, oltre che nella scuola di Albavilla, lavorava come supplente di materie artistiche anche in un istituto di Alzate Brianza. Una vita serena, come tante, stroncata dall’improvviso malore.

Guarda Anche

Idonei 2016, Anief: superano il concorso, ma rimangono disoccupati o precari

Comunicato – I docenti vincitori e idonei del Concorso 2016 dovrebbero essere assunti, a domanda, …