Home / Scuola / Graduatorie di istituto, scelta scuole I fascia dal 15 luglio. Cosa fare

Graduatorie di istituto, scelta scuole I fascia dal 15 luglio. Cosa fare

Terminate le operazioni di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, gli interessati attendono adesso al pubblicazione delle provvisorie e l’aggiornamento della I fascia delle graduatorie di istituto.

Graduatorie di istituto I fascia: aggiornamento triennio 2019-22

L’aggiornamento della I fascia delle graduatorie di istituto triennio 2019/22  avviene contestualmente all’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, in attuazione della legge n. 21/2016, che ha prorogato l’aggiornamento delle GaE.

Chi riguarda l’aggiornamento

Possono presentare domanda di inserimento nella I fascia delle graduatorie di istituto i docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento per il medesimo posto o classe di concorso al quale si riferisce la graduatoria di Istituto.

L’inserimento in I fascia avviene presentando il modello B di scelta delle scuole, secondo la modalità e la tempistica di seguito indicate.

Gli aspiranti verranno inseriti secondo la graduazione derivante dall’automatica trasposizione dell’ordine di scaglione, di punteggio e di precedenza con cui figurano nelle corrispondenti graduatorie ad esaurimento.

La provincia da richiedere per la I fascia delle graduatorie di Istituto può essere anche diversa da quella dell’inserimento in graduatoria ad esaurimento, fermo restando il divieto cumulabilità di rapporti di lavoro in due diverse province.

Modello B

Il modello B di scelta delle scuole, tramite il quale ci si inserisce nella I fascia delle graduatorie di Istituto, va inoltrato telematicamente, tramite il portale Istanze Online, dal 15 al 29 luglio 2019 entro le ore 14.00.

Nella scelta delle scuole tramite il modello B si deve tener conto di quanto segue:

si può presentare domanda per una sola provincia, anche diversa da quella delle GaE, fino a un massimo complessivo di 20 scuole, con il limite, per quanto riguarda la scuola dell’infanzia e primaria, di 10 istituzioni di cui, al massimo, 2 circoli didattici; le indicazioni relative a istituti comprensivi si valutano per la scuola dell’infanzia e primaria solo entro il predetto limite di 10 istituzioni
nell’ambito delle 10 scuole, gli aspiranti a supplenze nelle scuole dell’infanzia e primaria possono indicare fino ad un massimo di 2 circoli didattici e 5 istituti comprensivi, in cui dichiarino la propria disponibilità ad accettare supplenze brevi fino a 10 giorni con particolari e celeri modalità di interpello e presa di servizio
la provincia prescelta può essere diversa da quelle di inserimento in GaE
per coloro che sono inclusi nelle graduatorie ad esaurimento di due province, la provincia di inclusione nella I fascia delle graduatorie di circolo e di istituto coincide con quella prescelta ai fini del conferimento delle supplenze da GaE
coloro i quali sono già inseriti in II o III fascia (considerato che l’aggiornamento della II e III delle GI è già avvenuto, in seguito a quanto previsto dalla summenzionata legge n. 21/2016) non potranno scegliere le istituzioni scolastiche, compresa la scuola capofila, ma dovranno confermare con il modello B le stesse sedi già indicate nel precedente aggiornamento per la II e/o III fascia, salvi gli effetti del dimensionamento;
i predetti docenti possono soltanto sostituire, nella stessa provincia di iscrizione in II e/o III fascia, una o più istituzioni scolastiche esclusivamente per i nuovi insegnamenti per i quali si chiede l’iscrizione in I fascia; non possono cambiare scuole qualora nelle stesse (scuole) i nuovi insegnamenti, per i quali si chiede l’iscrizione i I fascia, risultino già impartiti.

Guarda Anche

Monitoraggio e sorveglianza dei nati prematuri grazie a una rete formata da Iss, Sin e Sinapia

Collaborazione tra Istituto di sanità, Società di neonatologia e Società di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza …