Home / Neonati / Nasce l’Istituto di Robotica e Macchine Intelligenti, partecipa anche l’Alma Mater

Nasce l’Istituto di Robotica e Macchine Intelligenti, partecipa anche l’Alma Mater

È nato ufficialmente I-RIM, l’Istituto di Robotica e Macchine Intelligenti: un’associazione nazionale nata per promuovere lo sviluppo e l’uso delle tecnologie dell’interazione per il benessere dei cittadini e della società. L’istituto riunisce tutti gli attori italiani del mondo della robotica e delle macchine intelligenti, dalla ricerca più visionaria all’industria più aperta alle tecnologie avanzate. E vede la partecipazione anche dell’Università di Bologna con il professor Claudio Melchiorri, direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Energia Elettrica e dell’Informazione “Guglielmo Marconi”. Il professor Melchiorri è uno dei componenti del consiglio direttivo del gruppo, che raccoglie i migliori ricercatori provenienti da tutta la penisola sotto la guida del neopresidente Antonio Bicchi.

Motto del neonato istituto è “Diamo corpo all’Intelligenza Artificiale”. Le Tecnologie dell’InterAzione (IAT) si concentrano infatti su quegli aspetti della Intelligenza Artificiale che mettono l’accento sulle azioni fisiche scambiate col mondo per capirne e migliorarne il comportamento. Sono quindi complementari alle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT), che si occupano invece principalmente di raccogliere, trasmettere e analizzare dati.

I-RIM sarà presentato nel corso di un grande appuntamento di tre giorni che si svolgerà alla Fiera di Roma, dal 18 al 20 ottobre, in coincidenza e in collaborazione con Maker Faire – The European Edition 2019, l’evento che ogni anno attira decine di migliaia di fan delle tecnologie. Durante la tre giorni si terranno la prima edizione della “Conferenza Italiana di Robotica e Macchine Intelligenti” e un’esposizione delle Tecnologie dell’InterAzione presenti e future, chiamata “Dai Progetti ai Prodotti”.

In programma anche “Ricerca Ti Presento Innovazione”, un’occasione per far incontrare la domanda e l’offerta di alta tecnologia, “Prova d’Orchestra”, momento d’incontro e confronto tra i diversi Competence Center del programma Impresa 4.0, i Digital Innovation Hubs, le Knowledge and Innovation Communities, le aziende, i Cluster Tecnologici, e “Imparare e Insegnare il Lavoro Digitale”, tavola rotonda sulla formazione universitaria (e non solo) per entrare rapidamente nel mondo della produzione e per lanciare nuove giovani imprese.

Guarda Anche

Carceri, donne in gravidanza dietro le sbarre, per “Antigone” “la proposta leghista è un obbrobrio giuridico”

ROMA – “La proposta di emendamento al decreto sicurezza bis, presentato dalla Lega, è un …