Home / Scuola / nuova scuola a vaie progetto modello

nuova scuola a vaie progetto modello

VAIE – Una nuova scuola a Vaie? Su richiesta del Comune di Vaie, la Città Metropolitana di Torino ha curato il progetto di un edificio che dovrebbe ospitare la scuola primaria e quella dell’infanzia. La realizzazione del nuovo plesso scolastico consentirebbe al Comune di disporre di un nuovo edificio. Negli attuali edifici scolastici, già adeguati sismicamente e a norma dal punto di vista delle barriere architettoniche, verrebbero trasferiti gli uffici comunali, attualmente ospitati in un edificio funzionalmente inadeguato. L’amministrazione comunale intende realizzare la nuova scuola in un nuovo comparto edilizio previsto dal Piano Regolatore, non distante dalla scuola esistente e dal concentrico e destinato a ospitare sia edifici scolastici che residenze private.

La proposta progettuale si è basata su alcuni concetti base: scelte architettoniche bio-climatiche, efficienza energetica,facilità di accesso e accessibilità alle persone diversamente abili, spazi a misura di studente con il comfort e la sicurezza degli ambienti. Uno degli aspetti dirimenti è stata la sostenibilità ambientale dal punto di vista energetico, con la possibilità di impiegare materiali naturali per lo sfruttamento delle energie rinnovabili. Sono stati anche curati la gradevolezza e ilcomfort degli ambienti, in riferimento all’esposizione, all’acustica, all’illuminazione naturale e artificiale, al comfort termico e al risparmio energetico. Il costo complessivo del nuovo polo scolastico e delle aree esterne entro il lotto scolastico è stato sommariamente stimato in più di 4 milioni di euro.

I CRITERI DELLA PROGETTAZIONE DELLA NUOVA SCUOLA

Per la stesura del progetto di fattibilità tecnica ed economica sono state prese in considerazione le principali esigenze espresse dall’amministrazione comunale: – progettazione del nuovo complesso scolastico prevedendo la continuità tra una scuola dell’infanzia con due sezioni e una scuola primaria con cinque classi, con la possibilità di condividere l’utilizzo di alcuni spazi comuni, la previsione di spazi che soddisfino adeguatamente gli standard previsti e razionalizzazione nell’utilizzo dei locali, la progettazione di spazi sicuri, adeguati alle normative, flessibili e adatti alle attuali esigenze didattiche e la sostenibilità ambientale ed efficienza energetica dell’edificio scolastico, con l’impiego di materiali naturali e di energie rinnovabili, comfort degli ambienti che tenga conto della posizione, del soleggiamento, dell’esposizione, dell’acustica, dell’illuminazione naturale e artificiale, del comfort termico e del risparmio energetico e l’elaborazione di una soluzione economicamente sostenibile.

La proposta progettuale della nuova scuola sviluppa inoltre alcuni presupposti: individuazione di ambiti con funzioni specifiche secondo le richieste dell’amministrazione comunale, versatilità e condivisione di luoghi e ambienti, previsione di spazi a misura di studente,scelte architettoniche bio-climatiche, efficienza energetica, facilità di accesso e accessibilità per le persone disabili, comfort e sicurezza degli ambienti. Il complesso scolastico proposto si articola su due livelli fuori terra per quanto riguarda la scuola primaria e su un unico piano terra per la scuola dell’infanzia. Non sono previsti piani seminterrati o interrati. Tutti i locali per le attività didattiche normali e specifiche della scuola primaria avranno un orientamento verso sud, così come le due sezioni dell’infanzia, con la possibilità di fruire di un ampio spazio giochi antistante. Sia i locali che gli spazi esterni saranno protetti con pensiline,porticati e frangisole. Il salone e il corridoio di distribuzione della scuola dell’infanzia si affacceranno su uno spazio aperto interno.

UN PROGETTO MODELLO PER IL FUTURO

Il progetto ha cercato di coniugare all’interno del nuovo plesso scolastico le esigenze dei due ordini scolastici, prevedendone la separazione e l’utilizzo esclusivo, con la possibilità di condividere l’utilizzo di alcuni locali. Tutte le tappe della progettazione di fattibilità si sono sviluppate con l’intento di contemperare le esigenze delle due scuole, nel rispetto del quadro normativo previsto per l’edilizia scolastica, del principio di buona gestione delle risorse pubbliche e delle esigenze dell’amministrazione comunale. Anche in questo caso la Direzione Azioni integrate con gli Enti locali ha concepito la progettazione come occasione per elaborare un modello e un esempio di edificio sostenibile per la collettività e per l’utenza. La forma del lotto a disposizione, derivante dallo studio complessivo dell’area PEC, la sua estensione, i vincoli ambientali e quelli normativi e le esigenze legate all’orientamento del fabbricato hanno determinato l’organizzazione planimetrica del lotto e degli spazi interni. Per raggiungere il plesso scolastico si dovrà prevedere un sistema organizzato di marciapiedi, che consentiranno ai pedoni provenienti dal centro del paese e dalla zona di recente espansione urbanistica di usufruire di percorsi sicuri.

Guarda Anche

Gioiosa Marea – Finanziamento di 409.732,12 € per la scuola materna da adibire a nido d’infanzia

È stato finanziato, per un importo di 409.732,12 €, l’intervento di adeguamento di una porzione …