Warning: session_start(): open(/var/lib/php/sessions/sess_6g9l4ard4ccrggem3br2o9pkj7, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in /var/www/esseremammaoggi.com/html/wp-content/themes/sahifa/functions.php on line 33
Omicidio Isabella Noventa: condannati i Sorgato e Manuela Cacco - Essere Mamma Oggi
Home / Gravidanza / Omicidio Isabella Noventa: condannati i Sorgato e Manuela Cacco

Omicidio Isabella Noventa: condannati i Sorgato e Manuela Cacco

Che fine ha fatto il corpo di Isabella Noventa rimane un mistero. Freddy Sorgato ha sempre sostenuto di essersi liberato del corpo della donna gettandola nel fiume Brenta. Le ricerche effettuate in questi anni, in cui purtroppo ha perso la vita il Sostituto Commissario Rosario Sanarico, sommozzatore della Polizia dello Stato, non hanno portato a nulla. A sostegno della loro tesi gli avvocati hanno allegato alle memorie presentate in Appello anche alcune perizie, tra cui quella del perito ingaggiato dalla difesa di Freddy che dimostra come il corpo di Isabella Noventa, gettato come sostiene Sorgato nel fiume Brenta dopo il decesso della donna, sarebbe arrivato nel giro di 48 ore in mare. Per tali ragioni il cadavere della segretaria di Albignasego non è mai stato trovato nonostante le molte ricerche.

Un’ipotesi a cui i familiari di Giuseppe Berto, ex marito di Debora Sorgato, prima non avevano mai pensato ma che, dopo l’omicidio di Isabella Noventa, inizia a prendere piede. L’uomo fu trovato senza vita in un box di Vicenza e il caso venne archiviato come suicidio. I familiari non hanno mai creduto a questa circostanza e vogliono che oggi, nonostante il passare degli anni, vengano effettuate altre indagini. I due si erano sposati il 25 settembre del 1993. Il loro matrimonio durò solo 5 anni: si separarono nel 1998. Due anni dopo, nel 2000, di Giuseppe si sono perse le tracce ma nessuno denunciò la scomparsa in quanto tutti, compresi i suoi familiari, erano convinti che si fosse allontanato volontariamente all’estero. In realtà l’uomo non si era affatto allontanato. Il 20 gennaio del 2001 vennero ritrovati i resti dell’autotrasportatore all’interno di un garage di un condominio alla periferia di Vicenza. Il corpo, ormai mummificato, era chiuso all’interno di una Fiat Uno e le vene dei polsi erano recise. Nell’automobile fu ritrovato un coltello e una lettera datata il 2 gennaio 2000. L’autotrasportatore era quindi morto già da un anno. Come è possibile che quel garage, di cui venivano pagate le spese, non è mai stato aperto in un anno? Senza considerare che il corpo aveva iniziato ad emanare un odore nauseabondo. La cosa più strana inoltre è la lettera trovata all’interno della macchina. Nell’epistola Giuseppe Berto indicava i destinatari dei suoi averi tra i quali spunta il nome della sua ex moglie, Debora Sorgato, ma non compare il nome della sua ultima compagna. Circostanza alquanto strana. Inoltre anche il secondo marito della Sorgato è morto in maniera tragica: ebbe un incidente in moto. Dalla morte del secondo marito Debora, all’epoca al terzo mese di gravidanza, ricevette un risarcimento. Si trattano di strane coincidenze? I familiari di Giuseppe Berto, come riportò il settimanale Giallo, hanno intenzione di chiedere ai magistrati di aprire un fascicolo sulla morte dell’uomo.

L’INTERVISTA ESCLUSIVA ALLA GRAFOLOGA CANDIDA LIVATINO IN CUI SI SOFFERMA SULLA GRAFIA DI FREDDY SORGATO

Photo Credits Facebook

Related Post

Guarda Anche

Un neonato su tre è figlio di stranieri, indiani al primo posto

MANTOVA. Nel 2016 su 3.126 nati in provincia di Mantova un terzo è figlio di …


Warning: Unknown: open(/var/lib/php/sessions/sess_6g9l4ard4ccrggem3br2o9pkj7, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct (/var/lib/php/sessions) in Unknown on line 0