Home / Neonati / Rimedi naturali per l’igiene del neonato

Rimedi naturali per l’igiene del neonato

Prendersi cura dell’igiene di un neonato non vuol dire per forza spendere molti soldi. Alcuni dei migliori rimedi naturali e dei prodotti da usare.

Contrariamente a quanto si pensi, prendersi cura di un neonato, dalle prime settimane di vita allo svezzamento, richiede pochi prodotti ed una spesa contenuta, per fare sì che la sua igiene sia accurata e perfetta. Questo si può ottenere con degli ottimi prodotti confezionati ma anche con i rimedi naturali. Se si vuole ricorrere ai tanti prodotti in commercio è bene che nell’acquisto si tenga conto di alcuni elementi importanti.

Igiene del neonato: INCI dei prodotti

Gli INCI sono i componenti reali del prodotto e si trovano in genere sul retro della confezione, o nella parte più nascosta della scatola. Sono scritti con caratteri piccolissimi – le prime volte potrebbe esservi utile una lente di ingrandimento – e sono scritti principalmente in latino e inglese. Più in vista sulle confezioni ci sono i componenti descrittivi ma questi non sono sempre veritieri. Molto spesso le case produttrici utilizzano scritte a caratteri più grandi per mettere in rilievo i componenti più naturali, confidando nel fatto che il cliente non leggerà gli INCI.

Quello che non dovete trovare negli INCI sono: coloranti artificiali, profumi, parabeni, paraffine e talco, tutti componenti che sarebbero dannosi per la pelle delicata del neonato.

Igiene del neonato: le certificazioni BIO dei prodotti

In commercio esistono una serie di Enti Certificatori che garantiscono la provenienza biologica dei componenti di un prodotto e attestano che produzione e confezionamento avvengono secondo una serie di procedure codificate, chiamate Disciplinari Eco-Bio (ogni ente certificatore ne ha uno suo). Perciò su ogni confezione che si definisce BIO ci deve essere un marchio dell’ente certificatore. I più noti nel mondo dell’agricoltura e della cosmesi sono AIAB-ICEA, ECOCERT, NATRUE, CCPB, COSMOS, DEMETER ed ECOLABEL. Se trovate uno di questi marchi sulla confezione che intendete comprare potete stare abbastanza sicure che si tratterà di un prodotto di qualità e privo di elementi dannosi per il vostro bambino.

Rimedi naturali per l’igiene del neonato

In realtà, per la salute della pelle del vostro bambino e per assicurargli un igiene accurato, non servono prodotti molto costosi.

Bastano pochi rimedi naturali. I cosiddetti “rimedi della nonna”, ovviamente rivisitati con l’esperienza di oggi, non hanno mai perso di valore, e si rivelano tuttora i migliori aiuti che una mamma possa usare nella cura del proprio bambino.

Al momento del bagnetto basterà utilizzare dell’acqua tiepida – 37° è la temperatura consigliata – una spugna naturale e qualche scaglia di Sapone di Marsiglia, quello naturale in panetto, da sciogliere nell’acqua. Il neonato ha una pelle delicatissima ma non sporca, ha bisogno di essere deterso in modo non aggressivo e il sapone di marsiglia, sciolto nell’acqua, è naturale e lo si può usare anche per i capelli. Dopo il bagnetto e un’asciugatura con un telo morbido, di spugna o lino, si potrà applicare dell’olio di mandorle dolci. Naturale, privo di controindicazioni, elasticizzante, nutriente e soprattutto economico. Un massaggio con l’olio di mandorle dolci risulterà particolarmente gradito al bambino, renderà il momento del bagnetto una coccola in più da godere con la sua mamma.

Per il cambio del pannolino si potrà usare una salviettina in cotone o una garzetta imbevuta di olio di semi di girasole – quello naturale che trovate nelle erboristerie – che oltre a pulire i residui servirà anche a nutrire la pelle.

L’olio di semi di girasole, se massaggiato sul cuoio capelluto del bimbo è anche efficace nell’eliminazione della crosta lattea, che non va mai rimossa, ma deve cadere grazie a prodotti delicati che ammorbidiscano la cute. Se invece il bambino ha la pelle del sederino o le pieghe delle gambine particolarmente secche, è molto efficace una crema alla calendula. La calendula ha un forte potere disinfettante e lenitivo e aiuta a prevenire gli arrossamenti e le irritazioni cutanee. Si tratta di un oleolita, che non si trova sotto forma di essenziale ma si ricava un estratto che viene mescolato ad altri oli naturali, oppure una tintura madre, a base alcoolica e disinfettante, ed è un ottimo prodotto in caso di sbucciature e scottature.

Guarda Anche

Marsala, potenziamento delle competenze di base al Circolo Didattico Sirtori. I progetti

Nell’ambito delle iniziative comunitarie rivolte alla scuola primaria e alla scuola dell’infanzia  per il potenziamento …