Home / Gravidanza / Vanessa Incontrada e le altre star vittime del bullismo

Vanessa Incontrada e le altre star vittime del bullismo

Gli hater sono sempre in agguato. Nessuno può dirsi al sicuro, né i vip, né i nip, cioè le persone comuni. Gli odiatori esistono da quando l’essere umano ha messo piede sul pianeta Terra, ma oggi i social network hanno amplificato le voci distorte dalla rabbia, dall’invidia, dalla frustrazione, di questi paladini dell’invettiva. Spesso ne fanno le spese le donne, attaccate sul piano estetico. Sono finite in questo “tribunale” social vip come Vanessa Incontrada, Celine Dion o Lady Gaga, rincorse metaforicamente da questi “giustizieri” armati di “etichettatrice della realtà”, cioè la tastiera del computer. I parametri su cui gli hater basano i loro giudizi non richiesti mutano come il vento, sono liquidi, ma le risposte che riservano loro alcune celebrità sono epiche.

Come ricorda Vanity Fair, Vanessa Incontrada è stata insultata più volte per le sue curve. “Mettiti a dieta”, le hanno detto alcuni, dopo la messa in onda del Seat Music Awards 2019. La conduttrice non ha replicato, ma già in passato si era sfogata a Domenica In contro i bulli che le rimproveravano i chili presi con la gravidanza. Con Mara Venier si era divisa una torta alla faccia degli hater, spiegando: “Viviamo in un mondo cretino, perché non puoi piacere a tutti, però sentir parlare sempre dell’aspetto fisico mi ha stancato. La cellulite ce l’ho, le smagliature pure, ma che devo fare? Siamo donne. Fa parte della vita avere periodi in cui ci si sente meglio e altri peggio e alla fine bisogna accettarsi”.

Anche Lady Gaga è stata bersaglio di commenti offensivi sulla sua pancia dopo l’esibizione al Super Bowl 2017. Agli hater, però, ha risposto per le rime: “Ho sentito che il mio corpo è argomento di discussione, quindi volevo dire che sono orgogliosa del mio fisico e che voi dovreste essere orgogliosi del vostro allo stesso modo. Non importa chi siete o cosa fate. Non dovete soddisfare le aspettative di nessuno per avere successo. Siate voi stessi incessantemente. Questa è la stoffa di cui sono fatti i campioni”. Molto ironica la risposta di Lili Reinhart a chi la accusava di aver messo su qualche chilo: “Grazie mille per le preoccupazioni sul mio peso. Risponderò dopo aver finito il mio doppio cheeseburger”. La modella Gigi Hadid, definita troppo in carne per sfilare, ha risposto alle offese con grinta: “Sì, ho seno, ho fianchi, ho un sedere e ho le cosce. I vostri miseri commenti non mi indurranno a voler cambiare il mio corpo”.

Anne Hathaway ha subìto più volte gli attacchi degli odiatori. Nel 2016 ha risposto su Internet con grande educazione e lucidità: “Non c’è vergogna nel prendere peso durante la gravidanza (o in altri momenti). Non c’è da vergognarsi se ci mettete più tempo del previsto a perdere quei chili (se volete perderli) …i corpi cambiano…crescono…si restringono. È tutto amore”“. Anche Kim Kardashian ha dovuto sopportare le frasi maligne sul suo corpo post partum. La star, però, non ha taciuto e attraverso Twitter non le ha mandate a dire: “Chiunque abbia avuto un bambino sa quanto sia difficile perdere peso. Il tuo corpo cambia totalmente. Voi che mi prendevate in giro durante la gravidanza e che mi continuate a prendere in giro adesso che sto cercando di perdere peso, vergognatevi. Non sono perfetta, ma non mi conformerò ai vostri standard di magrezza”.

Celine Dion, al contrario, è stata “accusata” di eccessiva magrezza, ma la sua risposta agli hater è un trionfo di indifferenza: “Se vi piace come sono, eccomi, Se non vi piace, lasciatemi in pace”. Selena Gomez è stata presa di mira per la cicatrice che le è rimasta dopo il trapianto di rene subìto nel 2017. La sua risposta rappresenta una grande verità: “Il mito della bellezza: un’ossessione per la perfezione fisica che intrappola la donna moderna in un ciclo infinito di disperazione, imbarazzo e odio per se stessa, mentre cerca di rientrare nella definizione impossibile di bellezza dettata dalla società. Ho scelto di prendermi cura di me stessa perché voglio farlo, non perché voglio dimostrare qualcosa agli altri” . L’elenco delle star prese di mira dagli odiatori è lungo. Purtroppo.

Guarda Anche

SMA ovvero atrofia muscolare spinale, malattia rara di origine genetica

SMA ovvero atrofia muscolare spinale, malattia rara (1.000 malati vivono, oggi, in Italia; colpito in …